Le migliori mtb elettriche 2020: Guida all’acquisto

Le migliori mtb elettriche 2020: Guida all’acquisto
CONDIVIDI SU:

mtb val gardena

L’acronimo MTB identifica la mountain trial bike, una bicicletta con caratteristiche molto particolari grazie alla quale si possono affrontare percorsi sterrati tra boschi, lungo i sentieri di montagna ma anche l’asfalto cittadino.

Infatti una mountain bike presenta un telaio resistente, con una geometria più compatta e capace di ammortizzare le vibrazioni provenienti dalla strada. Le ruote hanno un diametro più largo, un battistrada più alto e con scanalature adatte ad offrire il giusto grip anche sulle superfici più impervie.

A questo si aggiunge un sistema di frenata efficace, quasi sempre con un sistema disco anteriore e posteriore. Infine anche il manubrio è strutturato in modo da offrire una presa sicura e soprattutto permette un posizionamento adatto nel corpo.

Le differenze tra MTB elettriche e a pedalata assistita

Oggi sono presenti diversi modelli di mountain bike, tutti con ottime caratteristiche e che combinano l’utilizzo di materiali resistenti e leggeri e tecnologie innovative. Scegliere non è semplice, basta considerare che l’evoluzione delle MTB ha portato allo sviluppo di versioni con sistemi elettrici che intervengono sulla pedalata del rider.

Si sente parlare spesso di MTB elettriche o di pedalata assistita, e in alcuni casi come se fossero sinonimi. Ma la realtà è bene diversa. Infatti anche se sono due versioni che prevedono la presenza di un motore elettrico, hanno numerose differenze per quanto riguarda:

  • le caratteristiche della pedalata,
  • la velocità raggiunta,
  • il peso,
  • i riferimenti normativi.
mtb elettrica
mtb elettrica
mtb pedalata assistita
mtb a pedalata assistita

Caratteristiche della pedalata: MTB elettrica vs pedalata assistita

La differenza sostanziale tra i due modelli di MTB è connessa al meccanismo di pedalata.

Infatti nel caso delle versioni con la pedalata assistita, è presente un motore elettrico che può essere attivato in qualunque momento e che aiuta il rider alleggerendo lo sforzo motorio.

Invece quando si parla di una MTB elettrica si avrà un motore installato sul telaio capace di muovere le due ruote indipendentemente dalla forza applicata sui pedali. Quindi non vi è nessuna correlazione tra l’azione del rider e il motore.

Velocità e potenza delle migliori MTB elettriche

La batteria di una MTB a pedalata assistita ha una potenza pari a 0,25 kw grazie alla quale il rider potrà raggiungere una velocità che non supera i 25 km/h. Le MTB elettriche invece hanno una durata nel tempo maggiore e inoltre una capacità di generare una potenza superiore.

  • L1eA: sono MTB elettriche con una potenza del motore fino a 1000 W grazie alla quale si potrà raggiungere una velocità massima di 25 km/h.
  • L1eB: in queste versioni si genera fino a 4.000 W con la possibilità di raggiungere i 45 km/h.

Il peso e telaio della mountain bike

Le strutture dei telai sono simili con tutte le caratteristiche tipiche delle versioni MTB, ma nel caso dei modelli elettrici si avrà un’incidenza maggiore sul peso, dato la presenza di un motore più potente.

Le differenze normative e la classificazione delle MTB elettriche e di quelle a pedalata assistita

Infine si ha anche una differenza a livello normativo per ciò che riguarda la circolazione su strada. Il riferimento è l’art 50 del Codice della Strada e la direttiva Europea 2002/04. In base a queste norme la circolazione delle MTB a pedalata assistita è sempre paragonata a quella di una normale bicicletta.

Invece, nel caso dei modelli elettrici si dovrà distinguere in base alla potenza del motore. Per le versioni L1eA si applicano le stesse regole delle MTB con pedalata assistita. Nel caso invece delle mountain bike L1eB si avrà l’obbligo di rispettare la normativa per i ciclomotori.

sellaronda mtb

Le 5 migliori mountain bike elettriche del 2020

1) I-Bike Mountain Snow

Questa MTB elettrica viene considerata da tutti gli utenti tra le versioni con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Monta due ruote da 26 pollici e un battistrada alto da 4, con scanalature adatte alle superfici più impervie. Il telaio è in alluminio su cui è posizionato un motore che genera fino a 250 W di potenza e che fa raggiungere la velocità di 25 km/h. Una versione di MTB molto sicura, grazie a un doppio sistema a freno a disco e a uno schermo LED montato sul manubrio attraverso cui sarà possibile controllare la durata delle batterie.

2) Sheng Milo Electric Bike 1000 W

Una mountain bike elettrica molto adatta ad affrontare i percorsi più difficili grazie a un motore da 1000 W che genera una velocità fino a 25 km/h senza necessità di pedale e gestibile attraverso un cambio a 21 rapporti. Le ruote sono di 26 polici con uno spessore di battistrada pari a 4. Un aspetto che ha suscitato molto interesse nei clienti è la possibilità di richiudere la bici e inserirla comodamente in un portabagagli.

3) NCM Moscow mountain bike

Tra le migliori MTB elettriche si può includere la versione NCM Moscow, molto apprezzata per la possibilità di scegliere tra due modelli, una con ruote da 27 pollici e l’altra da 29. Il telaio è ideato completamente in alluminio, offrendo massima resistenza e leggerezza anche se è presente una batteria da 250 W. Può arrivare a una velocità di 25 km/h.

4) MTB Elettrica Rockrider St 900

Un design ricercato e prestazioni elevate sono le caratteristiche che hanno reso questo modello di mountain bike tra le migliori versioni. Presenta sull’asse centrale un motore da 250 W posizionato in modo da offrire un perfetto equilibrio al telaio. Infine la sicurezza è un altro elemento che ha lasciato gli utenti contenti, con due ruote da 27 pollici con battistrada da 2,4 e la presenza di un sistema frenante a disco anteriore e posteriore.

5) MTB elettrica E-ST500

Una versione studiata per combinare prestazioni e comfort. I clienti sono contenti del motore montato sull’asse obliquo e che genera una potenza di 250 W per una durata che supera le 2 ore. A questo si aggiunge che la struttura è completamente in alluminio, molto leggera con un manubrio largo e su cui è montato un display per controllare le prestazioni della bici. Infine è prevista una seduta alta, e una sella leggermente più ampia in modo da offrire il massimo del comfort.

CONDIVIDI SU:
Andrea Dianin

Andrea Dianin

Ciao a tutti, fin da bambino ho avuto la passione per la montagna e la natura. Circa dieci anni fa mi sono iscritto al C.A.I. dove ho seguito diversi corsi (Escursionismo e Alpinismo). Oggi la montagna è una passione viva più che mai oltre che uno stile di vita. Faccio il Blogger per professione e recentemente ho deciso di aprire questo sito per trasmettere le mie conoscenze e la mia passione agli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *