Escursione ad anello con le ciaspole in Val Venegia

Escursione ad anello con le ciaspole in Val Venegia
CONDIVIDI SU:

Questa è una facile escursione ad anello sotto il versante nord del gruppo delle Pale di San Martino. Come dicevo l’escursione è molto semplice ma può risultare per certi versi impegnativa se fatta in inverno con le ciaspole visto la lunghezza complessiva e il dislivello dell’anello.

val venegia pale di san martino
La Baita Segantini e il gruppo delle Pale di San Martino con il Cimon della Pala

Dati tecnici:

  • Partenza: parcheggio in prossimità del Passo Rolle
  • Arrivo: parcheggio in prossimità del Passo Rolle
  • Dislivello in salita: circa 600 m
  • Dislivello in discesa: circa 600 m
  • Lunghezza percorso: 14 km (anello completo)
  • Gruppo: Pale di San Martino
  • Quota massima raggiunta: cima Folga (2436 m)
  • Tipo di percorso: EE/EAI (Escursioni Ambiente Innevato)
  • Tempi: circa 6 ore (soste escluse)
  • Punti di appoggio: Capanna Cervino, Baita Segantini, Malga Venegiota, Malga Venegia, Malga Iuribello.
  • Periodo consigliato: da fare in estate ma molto consigliata in inverno con le ciaspole.
  • Cartografia: Carta Tabacco, 1:25.000 – foglio 022 – “Pale di San Martino”

Informazioni utili

Equipaggiamento necessario

  • Scarponi da montagna con suola ben marcata
  • Abbigliamento adeguato alle condizioni e alla stagione in corso
  • Bastoncini telescopici e lampada frontale
  • kit primo soccorso
  • Giacca antivento softshell

1

SALEWA Ms Crow Gore-Tex, Stivali da Escursionismo Alti

2

Bastoni da trekking, bastoni da trekking in alluminio, pieghevoli, leggeri in fibra di carbonio, telescopici, per escursioni, campeggio, arrampicata, escursioni, trekking, 2 pezzi

3

Deuter Futura 30 Zaino Da Trekking Uomo

4

MONTURA Maglia Tecnica Traspirante Unisex Thermal Grid PRO Protezione dai Raggi UV (M)

Come raggiungere il punto di partenza

Per chi proviene da Fiera di Primiero e San Martino di Castrozza proseguendo lungo la SS50 si arriva al Passo Rolle. La macchina va lasciata nel parcheggio presente sulle sinistra nell’ultimo tornante prima del passo appena sotto la caserma della Guardia di Finanza.

Descrizione dell’itinerario

L’escursione che vi propongo è il classico giro ad anello della Val Venegia sotto le maestose Pale di San Martino. Questa escursione essendo circolare si può fare in senso orario o antiorario e si può prendere da più punti: Passo Rolle oppure dal lato opposto a Pian dei Casoni o poco più avanti dal parcheggio dell’Agriturismo Malga Venegia. Il giro che vi propongo parte dal tornante in prossimità del Passo Rolle e si svolge in senso antiorario andando a visitare in successione: Capanna Cervino, Baita Segantini, Malga Venegiota, Malga Venegia, Malga Iuribello, per poi ritornare la parcheggio sul tornante sotto la caserma della Guardia di Finanza del Passo Rolle.

pale di san martino giro del castellazzo

La prima parte dell’anello è in dolce salita raggiungendo in breve tempo Capanna Cervino e poi proseguendo sempre in salita Baita Segantini avendo di fronte a noi il Cimon della Pala (detto anche il Cervino delle Dolomiti) dove si trova anche la via ferrata Bolver Lugli. Da qui si inia a scendere per il 710 in direzione della Malga Venegiota. Questo è forse uno dei tratti più belli dell’escursione; siamo infatti proprio sotto le Pale di San Martino. Sulla destra ad un certo punto possiamo notare le indicazioni per salire al rifugio Mulaz. 

Continuiamo il nostro anello proseguendo sulla forestale in leggera discesa arrivando all’Agriturismo Malga Venegia. Da qui inizia un tratto in salita abbastanza ripida nel bosco fino ad arrivare alla radura dove si trova Malga Iuribello. Ora possiamo ammirare le Pale di San Martino e il Castellaz da lontano in tutta la loro bellezza ammirando un paesaggio a 360°. A questo punto si prosegue sempre dritti in direzione del Passo Rolle. Bisogna fare attenzione perchè ad un certo punto si passa sotto gli impianti di risalita e si attraversano le piste da sci.

A questo punto si chiude l’anello e si arriva alle macchine. L’escursione è un classico da fare adatto a tutti (o quasi); il percorso non presenta particolari difficoltà, ha diversi punti di appoggio ed è ben segnalato. L’unica cosa a cui fare attenzione è la lunghezza e il dislivello complessivo che per i meno allenati si fa certamente sentire.

val venegia

rifugio baita segnatini

pale di san martino

malga venegiota

malga iuribello

Variante estiva

Eventualmente per chi fosse ben allenato e preparato poco dopo il rifugio Capanna Cervino può fare il trekking del Cristo Pensante salendo in cima al Castellaz per poi scendere e riprendere la strada che porta alla Malga Venegiota. Consiglio però di fare questa variante in estate mentre nella stagione invernale fare il giro ad anello classico senza variante ed eventualmente in un’altra occasione fare un anello più corto salendo però al Castellaz.

Raccomandazioni

  • Controlla sempre il meteo e il bollettino valanghe
  • Indossa correttamente artva, pala e sonda
  • Se esci dai sentieri assicurati di avere buone dosi di orientamento
  • Utilizza una cartina topografica e prepara lo schizzo di rotta
  • Non superare pendii con inclinazione > 27°
  • Usa sempre gli occhiali da sole anche con cielo nuvoloso
  • E’ bene essere allenati perchè sulla neve con le ciaspole si fa più fatica
  • Meglio portarsi via un thermos con del the caldo da bere durante l’escursione
  • Non gettate e non abbandonate i rifiuti (i rifiuti si portano a valle)
  • RISPETTA LA MONTAGNA!!!

Per maggiori informazioni sull’escursione proposta –> CLICCA QUI

PER QUESTA ESCURSIONE POTREBBE SERVIRTI ANCHE

1

SALEWA Thermo Lite 1 L, Borraccia Termica Unisex Adulto

2

TSL Up&Down Grip Racchetta da Neve

3

Salewa Icono Merino Scaldacollo

4

THERMOTECH NORDE SET Biancheria intima termica

5

Mammut 2620-00300-1015 Arva di Salvataggio Unisex Adulto, Multicolore (Euro), Taglia Unica

CONDIVIDI SU:
Andrea Dianin

Andrea Dianin

Ciao a tutti, fin da bambino ho avuto la passione per la montagna e la natura. Circa dieci anni fa mi sono iscritto al C.A.I. dove ho seguito diversi corsi (Escursionismo e Alpinismo). Oggi la montagna è una passione viva più che mai oltre che uno stile di vita. Faccio il Blogger per professione e recentemente ho deciso di aprire questo sito per trasmettere le mie conoscenze e la mia passione agli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *