Cos’è la transumanza

Cos’è la transumanza
Condividi su:

transumanza

La transumanza è un’antica tradizione popolare, una pratica della pastorizia entrata nel 2019 a far parte dell’UNESCO nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

La transumanza è una pratica tradizionale che consiste nel trasferimento stagionale di animali da pascolo da un luogo all’altro. Solitamente viene effettuata dagli allevatori che portano il proprio bestiame in cerca di pascoli freschi e ricchi di erba durante i periodi di siccità o di inverno. In molte culture rurali, la transumanza ha svolto un ruolo importante nella gestione delle risorse naturali e nella conservazione dell’ambiente.

Cos’è la transumanza

La transumanza, come la monticazione, è una pratica millenaria che consiste nel trasferimento stagionale di mandrie di animali da un pascolo all’altro, al fine di garantire loro cibo e acqua durante tutto l’anno.

Per praticare la transumanza, è necessario organizzare un itinerario di viaggio che tenga conto delle esigenze degli animali e della disponibilità di pascoli lungo il percorso. È importante anche coordinarsi con altri pastori e con le autorità locali per garantire la sicurezza degli animali durante il trasferimento.

Durante la transumanza, i pastori devono guidare le mandrie lungo sentieri e strade, assicurandosi che gli animali non si disperdano e che abbiano accesso a cibo e acqua lungo il percorso. È importante anche prestare attenzione alla salute e al benessere degli animali, fornendo loro cure veterinarie quando necessario.

In alcuni Paesi, la pratica della transumanza è regolamentata e protetta dalla legge, mentre in altri è minacciata dalla modernizzazione e dall’urbanizzazione. Tuttavia, la transumanza è ancora praticata in molte aree del mondo come parte integrante della cultura e dell’economia locale.

Dove si fa ancora la transumanza?

La transumanza viene praticata principalmente in regioni montuose e rurali in tutto il mondo, ma è particolarmente diffusa in Europa, Africa e Asia.

In Italia, la transumanza è tradizionalmente praticata nelle regioni montuose come le Alpi, gli Appennini, la Sicilia, la Sardegna e la Calabria. Altri paesi dove la transumanza è una pratica comune includono la Spagna, la Francia, la Romania, il Marocco e il Nepal.

La transumanza è considerata Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO. Questo riconoscimento è dovuto al fatto che la transumanza è stata fondamentale nello sviluppo delle comunità rurali, nella conservazione degli ecosistemi e nella preservazione delle tradizioni e delle conoscenze legate all’allevamento degli animali. L’UNESCO sottolinea inoltre l’importanza della transumanza nella diversità culturale e nella promozione del dialogo interculturale.

LEGGI ANCHE: Tre Cime di Lavaredo patrimonio UNESCO

Perchè si fa la transumanza

La transumanza è una pratica che consiste nel trasferire il bestiame da un luogo all’altro in cerca di pascoli e risorse naturali. Si pratica principalmente nelle aree rurali, dove le risorse sono limitate e i pascoli possono esaurirsi rapidamente.

Le ragioni per cui si fa la transumanza possono essere molteplici:

  • Ottimizzazione delle risorse: La transumanza permette ai pastori di sfruttare al massimo le risorse naturali disponibili, garantendo al bestiame un alimento fresco e abbondante.
  • Miglioramento della qualità della carne: Il pascolo in diverse aree può influenzare positivamente la nutrizione e la salute degli animali, garantendo una migliore qualità della carne prodotta.
  • Preservazione delle tradizioni culturali: La transumanza è una pratica antica che fa parte della cultura e della tradizione di molte comunità rurali. Continuare a praticarla permette di preservare e valorizzare queste tradizioni.
  • Riduzione dei costi di allevamento: Trasportare il bestiame da un pascolo all’altro può permettere ai pastori di ridurre i costi di allevamento, risparmiando sui mangimi e sulle cure veterinarie.

Inoltre, la transumanza può contribuire alla conservazione dell’ambiente e della biodiversità, favorendo la diversità degli ecosistemi e la conservazione di specie vegetali e animali caratteristiche delle diverse aree di pascolo.

LEGGI ANCHE: Qual è la differenza tra Maso, Malga, Casera, Baita, Rifugio e Bivacco?

Ti potrebbe interessare:

Sai già dove andare?

Booking.com

E' ora di tornare a VIAGGIARE!!! Organizza la tua prossima VACANZA 

ATTENZIONE: Contenuto sponsorizzato: Qui-montagna.com presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Qui-montagna.com potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Seguimi sui miei canali social!

Instagram - Facebook

LINK UTILI:

Itinerari - 🥾 Guide - 📌 Recensioni - 📚 Libri - 🎞 Glossario - 🔎 Cartine - 🛒 SHOP

Condividi su:
Vai al negozio online e scopri le migliori offerteCLICCA QUI