Come evitare le vesciche ai piedi: Cause, Rimedi e Prevenzione7 min read

Come evitare le vesciche ai piedi: Cause, Rimedi e Prevenzione7 min read
Condividi su:

come evitare le vesciche ai piedi

Le vesciche possono essere davvero molto fastidiose e sono un vero incubo per trekker ed escursionisti. Vediamo come prevenire la loro comparsa e cosa fare quando si formano.

Cosa sono le vesciche

Le vesciche e bolle ai piedi sono piccole sacche piene di liquido trasparente sieroso o siero-ematico di forma rotondeggiante che si formano nello spessore dell’epidermide oppure fra l’epidermide e il derma. Le vesciche in genere tendono a formarsi sul tallone, sulla pianta del piede e sull’esterno delle dita. Se superano i 5 mm di diametro vengono in gergo definite bolle.

Le vesciche ai piedi sono l’incubo di molti escursionisti e appassionati di montagna e possono provocare arrossamento, dolore anche intenso, bruciore, prurito e, in alcuni casi particolari possono anche infettarsi. Vediamo perchè si formano le vesciche ai piedi e cosa fare per prevenire e porre rimedio nel caso della loro comparsa.

Perché si forma la vescica

Non è raro soffrire della formazione di dolorose e fastidiose vesciche sui piedi, soprattutto sulle superfici di contatto tra la pelle e la struttura della scarpa. I punti più comuni in cui si possono formare sono:

  • il tallone, tipicamente quando si utilizzano scarpe chiuse oppure sandali con cinturini;
  • l’area tra le dita, se si indossano delle infradito,
  • il primo osso metatarsale (per chiarezza, quello soggetto a deformazione nei casi di alluce valgo);
  • il quinto metatarso, l’osso del mignolo.

Le vesciche ai piedi sono piccole sacche di liquido che si formano sulla pelle a causa di sfregamenti o pressioni prolungate. Sono spesso causate da scarpe strette o non adatte, attività fisica intensa, o camminate per lunghe distanze affrontate senza indossare calzature adeguate. Le vesciche possono essere dolorose e fastidiose, ma di solito guariscono da sole in pochi giorni. Tuttavia, possono diventare infette se non trattate correttamente.

Per prevenire le vesciche, è importante indossare calzature comode e adatte all’attività svolta, utilizzare calze che assorbono l’umidità e ridurre l’attrito con l’uso di creme o bendaggi protettivi.

Come evitare la formazione di vesciche ai piedi

Per prevenire la formazione di vesciche ai piedi, è fondamentale adottare una serie di accorgimenti ma soprattutto scegliere delle calzature adatte alla forma del piede e alla tipologia di attività e delle calze tecniche.

Scarpone da trekking giusto

Le scarpe da avvicinamento o gli scarponi da trekking devono essere di misura corretta (non troppo grandi e nemmeno troppo piccole) per evitare sfregamenti e pressioni anomale, in poche parole per ridurre al minimo lo sfregamento fra piede e scarpa.

Inoltre, in caso di attività prolungata, evitare calzature nuove o poco usate e utilizzare scarpe già ammorbidite dall’uso. Quando si acquista uno scarpone nuovo infatti è abbastanza normale soffrire le prime volte perchè la struttura dello scarpone si deve adattare alla forma del piede. Valuta anche la tipologia di scarpone in base alla forma del tuo piede: se ad esempio hai i piedi normali ti potrei consigliare lo scarpone della La Sportiva® mentre se ha un piede a pianta larga (piede piatto) magari vai meglio ad esempio con lo scarpone della Scarpa®.

A tal proposito ho dedicato un articolo approfondito che vi invito a leggere (Scarponi Scarpa Ribelle HD VS La Sportiva Aequilibrium LT GTX.) Inoltre uno scarpone da alpinismo e alta montagna ha la suola più rigida mentre una pedula estiva o un classico scarpone da escursionismo ha la suola più morbida.

Scelta delle calze adeguate

Un altro accorgimento utile per evitare la formazione di vesciche è quella di utilizzare di calze adeguate, ovvero indossare calze in materiali traspiranti come il cotone o il tessuto tecnico, in grado di assorbire l’umidità riduce l’attrito tra la pelle e le scarpe. Queste calze, corte o lunghe fino al ginocchio, oltre ad essere traspiranti hanno anche dei rinforzi sul tallone e sulle punta delle dita, ovvero nei punti di maggiore contatto e sfregamento.

Anche qui potrei consigliarti le Calze Trekking Light Tech Green Antracite di Elbec che hanno la particolarità di essere realizzate in lana merinos ma in commercio se ne trovano di moltissimi marche e modelli.

Se lo scarpone da trekking è troppo largo non utilizzare mai due paia di calzini ma piuttosto aggiungete una soletta all’interno dello scarpone.

Scholl Solette Gel Activ Everyday, Solette per Scarpe ad Uso Quotidiano per Uomo con Tecnologia Antiodore, Azione Anti Urti e Ammortizzante, Misura 40-46.5 EU, Confezione da 1 Paio
  • COMFORT: Queste solette sono progettate per dare sostegno durante le attività quotidiane, seguendo la forma anatomica del piede e adattandosi perfettamente al plantare delle scarpe. Compatibili con tutti i tipi di scarpe: calzature da lavoro, antinfortunistiche e scarpe di tutti i giorni
  • INNOVAZIONE: La tecnologia Gel Activ svolge una triplice azione: offre supporto all’arco plantare, ammortizza e assorbe gli urti dovuti all’impatto con le superfici
  • PROTEZIONE: Le solette Gel Activ Everyday aiutano ad assorbire i micro urti e l’eccessiva pressione esercitata durante lo svolgimento delle attività quotidiane, riducendo lo sforzo delle articolazioni

LEGGI ANCHE: Calze da trekking, come scegliere le migliori

Altri consigli pratici

Oltre alla scelta corretta dello scarpone e delle calze ci sono altri accorgimenti che aiutano a prevenire la formazione delle vesciche ai piedi:

  • mantenimento dell’igiene: tenere i piedi puliti e asciutti, lavandoli regolarmente con acqua tiepida e sapone neutro e asciugandoli accuratamente prima di indossare le calze e le scarpe;
  • utilizzo di creme protettive: applicare creme o lozioni idratanti sulle zone più soggette alla formazione di vesciche per mantenere la pelle morbida ed elastica e ridurre il rischio di sfregamenti;
  • prevenzione degli attriti: utilizzare prodotti specifici come cerotti, bende o fasce protettive sulle zone sensibili dei piedi, come talloni e dita, per ridurre l’attrito e proteggere la pelle durante l’attività fisica;
  • pausa e riposo: durante attività prolungate, fare pause regolari, eventualmente rimuovendo scarpe e calze, per permettere ai piedi di riposare e di recuperare;
  • monitoraggio delle condizioni atmosferiche: evitare di svolgere attività fisica intensa in condizioni meteorologiche estreme, come caldo e umidità eccessivi, che possono favorire la formazione di vesciche a causa dell’eccessiva sudorazione e dell’umidità.

Come trattare le vesciche ai piedi

Nel caso in cui la vescica si fosse già formata, una guarigione efficace e rapida richiede di prestare attenzione alle seguenti azioni:

  • lavare delicatamente la vescica con sapone neutro per rimuovere sporco e batteri e prevenire infezioni;
  • applicare un cerotto (ne esistono specifici per vesciche) per proteggere la zona interessata dagli attriti e dagli agenti esterni;
  • indossare calzature morbide e comode, che proteggano da ulteriori attriti sulla vescica. Se possibile, rimuovere le scarpe e lasciare scoperti i piedi per farli traspirare e asciugare;
  • mantenere la zona idratata e favorire la guarigione attraverso l’applicazione di creme o lozioni idratanti;
  • prestare attenzione a segni di infezione come arrossamento, gonfiore, dolore e secrezioni di pus. In caso di sintomi sospetti, consultare immediatamente un medico per un trattamento adeguato;
  • dopo la guarigione, durante l’attività fisica continuare a proteggere la zona con cerotti o protezioni specifiche per prevenire la formazione di nuove vesciche.

Quando le vesciche sono grandi e dolorose, occorre invece drenare il liquido accumulato sotto la cute con l’utilizzo di una siringa, seguendo tale procedura:

  • disinfettare la bolla con un antisettico (una soluzione acquosa di benzalconio cloruro);
  • con una siringa monouso, praticare uno o più fori ai margini della vescica senza bucarne la sommità, che deve rimanere intatta;
  • usando una garza sterile, premere leggermente sulla bolla per far uscire tutto il siero, finché la vescica rimane piatta e aderisce alla pelle;
  • dopo aver disinfettato di nuovo tutta l’area, coprirla con una garza sterile e un cerotto a nastro;
  • lasciare la medicazione intatta per tre giorni circa e poi rimuoverla, passando sulla pelle un unguento cicatrizzante.

Cosa non bisogna fare

Nel trattamento delle vesciche ai piedi, è importante anche sapere cosa non fare per evitare di peggiorare la situazione o causare complicazioni. Ecco alcuni suggerimenti su cosa evitare:

  • non perforare le vesciche, in quanto il liquido al loro interno funge da barriera protettiva contro infezioni batteriche e quindi la sua fuoriuscita aumenta il rischio di infezione e rallenta il processo di guarigione;
  • evitare di indossare calzature troppo strette o scomode che potrebbero causare ulteriori attriti e aumentare il dolore;
  • non utilizzare rimedi casalinghi aggressivi come l’alcol, l’aceto o altri prodotti chimici, in quanto possono irritare ulteriormente la pelle e ritardare il processo di guarigione;
  • evitare di rimuovere la pelle sovrastante la vescica, poiché può causare sanguinamento e aumentare il rischio di infezione;
  • prestare attenzione a segni di infezione come arrossamento, gonfiore, dolore e secrezioni di pus intorno alla vescica e, in caso, consultare immediatamente un medico;
  • non continuare un’attività fisica che causa dolore o attriti sulla vescica, poiché questo può ritardare la guarigione.

In caso di persistenza dei sintomi, è sempre consigliabile consultare un medico o un podologo per una valutazione professionale.

Consigliati per voi

Per curare le vesciche non esistono farmaci specifici ma si fa ricorso a creme, stick e gel che servono ad evitare che vi siano frizioni con le calzature, o barriere meccaniche come fasce, cerotti e cuscinetti metatarsali che permettono di evitare il contatto.

Questi cerotti della Compeed sono semplici da applicare e comodi da portare sempre con se nello zaino. L’ideale sarebbe applicarli prima di fare l’escursione ma si possono mettere anche durante quando sentiamo che la vescica sta per comparire. In genere prima della vescica sentiremo dolore/fastidio e si noterà un forte arrossamento nella parte interessata dallo sfregamento.

Offerta
COMPEED Stick Anti Vesciche - Invisibile e anti macchia, Ideale per Scarpe Aperte
  • RAPIDITÀ: grazie alla sua formula, riduce all'instante e in modo invisibile l'attrito sulla pelle
  • PREVENZIONE: aiuta a prevenire la formazione di vesciche causate da sport o da scarpe nuove
  • PRATICO: si può usare sui piedi o sulle altre parti del corpo da proteggere dagli sfregamenti eccessivi
Compeed Cerotti per vesciche. Lunga durata e resistenti all'acqua. Per vesciche medie o grandi, 10 Cerotti Pack 100% plastic free
  • COMPEED Cerotti per vesciche., Cerotti per vesciche a lunga durata e guarigione veloce. Per vesciche medie o grandi , 10 Cerotti Pack 100% plastic free
  • GUARIGIONE VELOCE La tecnologia basata su gel Idrocollide è costituita da microparticelle in grado di assorbire l'umidità della vescica
  • ANTIBATTERICI: il design impermeabile e traspirante protegge contro i germi, favorendo una guarigione naturale più rapida
Offerta
Filmocare Antisfregamento 30 ml | Gel antisfregamento indicato per chi pratica sport, per i soggetti in sovrappeso e per le persone anziane o lungodegenti - Dermovitamina
  • ✅ A COSA SERVE | Dermovitamina Fimocare gel antisfregamento è un prodotto indicato come antisfregamento cosce donna e uomo e in tutte quelle occasioni in cui la pelle sfrega, durante lo sport, per le persone in sovrappeso, anziane o lungodegenti
  • ✅ EFFETTO BARRIERA | Dermovitamina antisfregamento, grazie alla sua formulazione, crea una barriera protettiva che previene le irritazioni da sfregamento, riducendo l'attrito pur consentendo la fisiologica respirazione della pelle
  • ✅ LUNGA DURATA | Utilizzata come gel antisfregamento cosce donna o uomo, o per altre zone più soggette come addome, seno e ascelle, protegge la pelle e previene le irritazioni a lungo, per una sensazione di comfort anche in caso di sudore; è inoltre resistente all'acqua

Sai già dove andare?

Booking.com

Hai già deciso dove andare in VACANZA?

ATTENZIONE: Contenuto sponsorizzato: Qui-montagna.com presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Qui-montagna.com potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Seguimi sui miei canali social!

Instagram - Facebook

LINK UTILI:

Itinerari - 🥾 Guide - 📌 Recensioni - 📚 Libri - 🎞 Glossario - 🔎 Cartine - 🛒 SHOP

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai al negozio online e scopri le migliori offerteCLICCA QUI